Pagina d'Aryo

SCP-206-FR : Rifugio amichevole

voto: 0+x

Elemento# : SCP-206-FR

Livello di minaccia : Azzuro  

Classe dell'oggetto : Euclid 

Procedure Speciali di Contenimento : Per impedire gli spostamenti di SCP-206-FR, l'oggetto deve essere sempre occupato da diversi membri del personale di Classe-D (tra 1 e 5), sorvegliati da guardi appostati in un riparo di caccia, situati vicino a la localizzazione attuale di SCP-206-FR. Il personale incaricato della sorveglianza e del contenimento di SCP-206-FR deve essere fornito da vestiti e di cibo.
A causa degli frequenti spostamenti di SCP-206-FR quando non è occupato, un GPS ha stato appenduto sotto uno dei letti, per sempre potere localizzarlo. Alle personne che hanno visto l'oggetto spostarsi, sarà somministrato amnesici, o sarà spiegato da una parte del DCD1 che questi spostamenti sono solamente una leggenda locale, conosciuta da numerosi abitanti del ovest della regione Auvergne-Rhône-Alpes2. Nelle situazione di test, SCP-206-FR deve essere occupato almeno da una persona, almeno trenta minuti prima l'inizio dei test, ed il perimetro deve essere sicurizzato da agenti sotto copertura che si fanno passare per guardacaccia o vigili del fuoco.

Descrizione  : SCP-206-FR è una capanna di legno, costruita in un quercia, più avanti chiamato SCP-206-FR-1, localizzato nella foresta di ██████████, nel dipartimento della Loire. Le dimensione di SCP-206-FR sono di 3x4 metri in apparenza, ed un'altezza di due metri.
SCP-206-FR-1 ha un'altezza di 14 metri e muove regolarmente. Muove nella fine del giorno, utilizando il teletrasporto per raggiungere i passeggiatori perduti nella foresta. Secondo una leggenda locale, SCP-206-FR sarebbe costruito al Medioevo da un eremita, oggi morto, che aiutava i viaggiatori perduti nelle foresta. Sempre secondo questa leggenda, la capanna sarebbe costruita in altezza per evitare le attachi dei lupi che abitavano la foresta. È ancora possibile utilizzare SCP-206-FR attualmente. 

Qualche sia il numero di viaggiatori che entrano in SCP-206-FR, l'oggetto prende sistematicamente misure sufficiente per che tutti ne possano entrare senza influenzare le dimenzione esteriore di SCP-206-FR. Il mobilio si compone di letti, tavole e sedie.  
Qunado non c'è nessuno all'interiore di SCP-206-FR, l'oggetto si sposta, chercando viaggiatori perduti. L'oggetto emette rumori come voce e musica. È possibile che SCP-206-FR ritrasmetti i rumori che registra e le emette quando non è occupato. È possibile che sia un mezzo d'attirare i viaggiatori che sarebbe perduti nella foresta.

Addendum 1: Interview a proposito delle origine di SCP-206-FR :

Interviewer : Dott.ssa Constantine

Interviewato : G. █████, abitante di Saint-Germain ██████████, un villagio localizzato vicino al perimetro di contenimento di SCP-206-FR
Introduzione : Quest'interview era realizzata seguente testimonianze dicendo che un quercio si spostava nelle foresta di ██████████. Sebbene que abbia cresciuto nel villagio vicino, la dott.ssa Constantine non è mai venuta nel perimetro di contenimento di SCP-206-FR.

<Inizio delle interview>

Dott.ssa Constantine : Racontami la leggenda delle capanna mobile.

G. █████ : Era in 856. A quell'epoca, eramo in Borgogna, alla frontera tra il regno di Carlo, figlio di Carlo Magno, e del regno del suo fratello Lothar. Si dice che in 856, un eremita ha costruito questa cappana. In altezza per evitare gli animali selvatici. Questa foresta era un luogo di passaggio molto frequentato et apprezzato per la selvaggina che vivava qui. Guai a cio che si allontavano dai cammini fatti da secoli e secoli di passaggi. Guai a cio che encontravano lupi e cinghiali. Si raconta che quest'eremita praticava la magia e che abbia invocato entità benefiche afinche la sua cappana e l'albero chi la sopporta si muovino in direzione dei viaggiatori in pericolo durante la notte.

Dott.ssa Constantine : Quanti personi poteva accogliare questa cappana ?

G. █████ : Tanto quanto voleva l'eremita. Due, cinque, dieci, venti, che importanza ? La capanna diventava più grande per accogliarli. C'erano un caminetto, una tavola con sedie, e letti.

Dott.ssa Constantine : E nessuno le vedeva ?

G. █████ : No, non si vedeva. La cappana non diventava più grande in apparenza.

Dott.ssa Constantine : E come faceva questo ? Aveva stregato la capanna ?

G. █████ : Nessuno lo sa. L'eremita è morto senza dire il suo segretto. Aveva costruito questa capanna in altezza per evitare i lupi durante la notta, e quella ironia della sorte, è morto divorato da questi lupi, durante il giorno.

Dott.ssa Constantine : Povero. E che si passava in questa capanna ?

G. █████ : I viaggiatori potevano riscaldarsi, dormire, o mangiare cio che l'eremita cucinava per loro. Era spesso ucelli, piu facile da cacciare, o medio selvaggina, per esempio il capriolo, o pesce. I cinghiali era più raro, cosi come il cervo. L'eremita si piaceva racontare ai viaggiatori storie e leggende locale. Si poteva anche cantare.

Dott.ssa Constantine : Questa capanna era conosciuta nella regione ? Sono nata in ██████[[foootnote]]A 15 km della foresta dove si trova SCP-206-FR[[/footnote]] e non ho mai sentito parlare di questa leggenda, eppure locale.

G. █████ :** All'epoca, ██████ era lontano. Po di personne conosceva. Il signore locale viveva in ████████. Conosce ?

Dott.ssa Constantine : Si, si, sicuro. Conosco.

G. █████ : All'epoca, si racontava che la capanna si spostava nella foresta. Era una storia consciuta, ma gli archivi hanno stato distruggetti, e con il tempo, questa storia diventa una leggenda.

Dott.ssa Constantine : E… quando è morto l'eremita ?

G. █████ : In 879. Ha passato tredici anni ad aiuatre viaggiatori perduti.

Dott.ssa Constantine : E… bene… E la capanna ? Ha continuato spostarsi doppo la morte dell'eremita ?

G. █████ : Sicuro. È ancora presenta. Il tempo non ha rovinato né la capanna né l'albero.

Dott.ssa Constantine : Vuole dire che continua a sportarsi nella foresta ?

G. █████ : Penso che sia possibile. Non l'ho mai veduta farla, ma perché non se potrebbe ? Perché lo spirito dell'eremita non sarebbe sempre nella capanna ? Perché non averesti stregato eternale l'albero e la sua capanna. Accogliava i visitori, allora perché la sua capanna non continuerebbe a farlo ? Perché non aiuterebbe i viaggiatori perduti ? Se non le piacerebbe essere da sola ? Se si creerebbe una vita ritrasmettendo i rumori che fanno i viaggiatori che la visitano ?

Dott.ssa Constantine : (destabilizzata) Euh… Bene… Perché no…

G. █████ : Fa adesso parte del partimonio locale. Nonostante, sono sorpreso que nessuno ne ha parlato a lei se è della regione. Ma (sospira) quella giovanezza è troppo razionale e non crede più in niente.
Dott.ssa Constantine : Ma è nonostante molto intressante. Mi piace molto le leggende locale. Pensa che posso trovare informazione supplementare a proposito di questa capanna?

Nota personale della Dott.ssa Constantine : L'eremita potrebbe avere stato una entità anormale che modificava la realtà, collegata con SCP-206-FR prima la sua morte e di cui le capacità di fronte a SCP-206-FR hanno perdurato durante i secoli. È una bella leggende, un buon medio di giustificare alcune cose.

Tag : adattativo, arboreo, azzuro, euclid, fr, scp, teletrasporto

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License