MrFizban

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-XXX-IT è custodito nel caveau safe del settore 8 del Sito-77. L'aria della stanza deve essere filtrata secondo i parametri di sicurezza (consultare appendice a) e la sua presenza deve essere rivelata solo al personale di livello 4 o superiore. Questa restrizione è stata imposta per evitare gli imbarazzi diplomatici che ne scaturirebbero se i Cavigliera di San Giorgio venissero a sapere che lo abbiamo in custodia.

Descrizione: SCP-XXX-IT è il corpo di un drago mummificato ritrovato nel piano sotterraneo della chiesa di [redatto] recuperato in un missione congiunta con l'ordine Giano.
Qui di seguito riporto un riassunto di presentazione dello stato al momento del recupero, l'autopsia, rapporta della squadra [redatto].

Stato al momento del recupero:
Il corpo è in buono stato di conservazione. La tecnica di imbalsamazione adoperata e una versione modificata di quella usata dagli antichi egizi per i faraoni. Gli organi sono stati espiantati e messi dentro delle giare riempite con una miscela solida a base di sale. Per quanto la maggior parte degli organi ha retto bene il trattamento il cervello è ormai solo una pila di povere. La stessa miscela è stato usata per il corpo. Il ventre è stato riempito da una struttura di legno, cuoi e velluto. Per nostra fortuna le condizioni della stanza hanno fatto in modo che nessuno dei materiali marcisse, rendendo vano il lavoro di imbalsamatura. Valutando le conoscenze del epoca, le tecniche, i materiali usati e la mole di SCP-XXX-IT il lavoro svolto è stato eccezionale. Abbiamo trovato anche dei documenti ancora leggibili, riguardanti le analisi fatte all'epoca riguardanti SCP-XXX-IT. Per quanto da un punto di vista scientifico non abbiamo quasi alcun valore vengono fedelmente riportate le dicerie del epoca e una accurata descrizione dello scontro tra SCP-XXX-IT e San Giorgio. In ultimo abbiamo trovato la lancia usata da San Giorgio per abbattere SCP-XXX-IT. Si tratta di un Hasta delle legioni romani. Il design è vecchio per l'epoca di San Giorgio (ca. 300 d.c.), ma la composizione dei metalli e metodo di produzione realizzazione e congruente con l'epoca.

Autopsia:
SCP-XXX-IT ha diversi aspetti in comune con l'ordine Pterosauria e i nostri esperti sono convinti che sia un membro, magari di una famiglia ancora sconosciuta. Il fatto che sia l'unico esemplare che abbiamo potuto analizzare crea molti svantaggi: è impossibile valutare a quale punto dello sviluppo sia, ne quale sia la sua esatta età. Dato questo abbiamo deciso di posticipare indefinitamente la classificazione. SCP-XXX-IT è un esemplare di sesso maschile.
SCP-XXX-IT è lungo 9,75 m, alto 3,27 e largo 3,02 con un apertura alare di 12,34 m.
Al apparenza il corpo è coperto di quelle che un tempo dovevano essere state scambiate per scaglie metalliche. Una semplice sguardo ravvicinato unito alle nostre attuali conoscenze dei dinosauri ci ha rivelato che si tratti di un piumaggio. Le piume sono composte in una lega a base di titanio (titanio 97%, nichel 2,37%, iridio 0,62%, altri metalli 0,01%). La nostra teoria è che le laminatte delle piume si siano fuse creando le placche è possibile vedere ora. Non ci è dato sapere come questo sia avvenuto. Le teorie vanno dall'esposizione ad altissime all'evoluzione darwiniana. La struttura di SCP-XXX-IT è estremante aerodinamica e secondo le nostre simulazioni, in cui siamo riusciti a ricostruire la muscolatura, presumiamo che potesse superare i 150 km\h.
I polmoni sono provvisti di falsi alveoli muniti dei particolari ricettori contenti emoglobina. Questi falsi alveoli possono essere aperti e chiusi tramite delle valvole e dovevano servire per sottrarre ossigeno dal ari nelle fasce più rarefatte dell'atmosfera. I nostri esperti hanno teorizzato che accumulando ossigeno in questi alveoli avrebbe poi potuto rilasciarlo lentamente in situazione di necessità. Una possibilità è che possa usarlo come una bombola d'ossigeno per rimanere immerso per lunghi periodi, come descritto nelle legende. Una altro possibile uso è quello di comburente interno, questo dettaglio può essere capito meglio un volta spiegato il meccanismo con cui sputasse fuoco. Il processi e suddiviso sugli apparati respiratorio e digestivo. Il primo e l'intestino crasso che attraverso chimico produce gas metano il gas metano viene filtrato attraverso delle membrane e poi viene immagazzinato in un una sacca apposita situata tra lo stomaco e i polmoni. All'occorrenza la sacca si contrae spingendo il gas nella trachea dove si mescola con l'ossigeno. poco sopra due piccole componenti minerarie mosse da un apposita muscolatura creano un scintilla e incendiano il gas. Il gas incendiato fuoriesce dalla bocca creando l'effetto del "respiro infuocato" e giustificando l'idea che il ventre dei draghi fosse pieno di fuoco.
SCP-XXX-IT presenta una ferita che parte dal palato alla nuca avrebbe danneggiato gravemente il cervello. Per quanto non resta nulla di analizzabile del cervello e non possiamo stabilire quali aree siano state danneggiate possiamo sbilanciarci abbastanza per dire che sia la causa della morte. In oltre la ferita che abbiamo riscontrato sul tessuto molle del palato e i graffi sulla parte interna del cranio corrispondo con la lancia ritrovata e possiamo certificare che sia l'arma che ha inferto il colpo fatale.

Rapporta della squadra di [redatto]:
L'ordine di Giano ci ha informato del esistenza di un sua antica base abbandonata intorno al 1100. La sua posizione fu codificato all'interno di una manoscritto, lo stesso era custodito nel magazzino sotterraneo del museo vaticano tra le migliaia di oggetti d'arte che non vedranno mai la luce del sole. La delicata posizione del Ordine divisa tra la necessità di recuperare le informazioni al non volere avvisare i Cavigliera di San Giorgio dell'incredibile tesoro che avevano sotto i piedi ha reso fondamentale un nostro intervento. Una volta riconsegnato il manoscritto hai legittimi proprietari, abbiamo ricevuto le informazioni per raggiungere SCP-XXX-IT e per superare le difese che un tempo furono predisposte. Le informazioni si sono rivelate vere e precise , ma nessuno ha dubbi sul fatto che quello ci hanno dato sia solo una frazione di quello che il manoscritto nascondeva, che potrebbe essere un inventario delle anomalie. Naturalmente ne abbiamo fatto una copia prima di consegnarlo, ma sconsigliamo di procedere in alcun modo. L'alleanza con l'Ordine di Giano si sta rilevando fondamentale nell'equilibrio di poteri.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License