francesco8575

Elemento #: SCP-278

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: Non avendo nessun input ai comandi, SCP-278 tesserà la sua ragnatela in qualsiasi dimensione, in una grande area aperta, preferendo pertiche triangolari aventi angoli da 90 gradi attraverso 300 metri cubici. Il personale responsabile ai controlli riferisce che la facilità di pilotare SCP-278 appare incongruentemente semplice in confronto alla complessità dei meccanismi coinvolti e alla mancanza di guide elettroniche.

Descrizione:SCP-278 è un grande robot meccanico composto da acciaio, ferro e legno di banyan, fortemente rassomigliante all'Idiops barkudensis, una specie indiana di aracnide. Recentemente sono stati scoperti dei chiari segni che SCP-278 si sia "modernizzato". Il meccanismo del nucleo e il telaio del corpo sono risalenti a 150 anni fa, durante l'era [RIMOSSO]. Molte nuove componenti ingegneristiche sono state aggiunte da compagnie sconosciute. Sembra che sistemi idraulici e circuiti elettrici abbiano rimpiazzato sistemi composti da carrucole e ingranaggi azionati da motori a vapore. La lunghezza media di SCP-278 è di circa 16.5 m (54 piedi) dall'opistosoma (addome) fino alla fine della zampa più lontana e la zona più alta del corpo principale si situa a 8.2 m (27 piedi) dal terreno.

Un pannello di controllo composto da leve e pedali sono posizionati a ciò che sembra essere la metà del cefalotorace situata nella schiena di SCP-278. Ancora, numerosi cambiamenti sono stati effettuati al pannello di controllo, semplificando il sistema di controllo in una più convenzionale configurazione "joystick di volo e accelerazione". Anche se ad SCP-278 mancano componenti elettronici, CPU, o cablaggio, oltre alla presenza di qualche dozzina di batterie di automobili i movimenti complessi della locomozione di più piedi sono completamente automatizzati attraverso un sistema complesso di tiranti a catena, pulegge composte, cinghie e pistoni idraulici. Il componente più antico funzionante di SCP-278 è un tipo di "trasmissione di elaborazione", il quale si basa su multiple batterie perforate e rotanti e bobine in grado di disporre diversi input d'istruzione sui comandi del moto. Un operatore umano che lavora ai comandi essenzialmente "cambia marcia" per reimpostare la configurazione e la posizione dei tamburi di controllo e delle bobine, i quali trasmettono il ritmo della mozione alle gambe, essenziale per muovere SCP-278.

Anche se i più piccoli dettagli che controllano SCP-278 non sono completamente compresi, i ricercatori sono perplessi riguardo l'autonomia che mostra SCP-278 quando non viene presentato nessun input umano. Non è conosciuto come SCP-278 sia capace di muoversi e compiere compiti complessi senza un suo operatore, il più incredibile dei quali è stata la costruzione di una "ragnatela" elaborata composta da nylon con un'alta resistenza alla trazione, come una corda per bungee jumping. Le corde sono costantemente immagazzinate e riutilizzate fin dalla scoperta di SCP-278, con la tipica ragnatela avente un diametro di circa 41 m.


Addendum: SCP-278 fuggì dal confinamento in data 2 settembre 2008, quando SCP-███ violò il suo contenimento disabilitando la struttura collocata a [RIMOSSO]. Durante la notte, SCP-278 viaggiò per [RIMOSSO]km fino a Liverpool, Inghilterra, dove è stato trovato, posizionato verticalmente sottosopra su un muro di un palazzo conosciuto come Concourse House. Del personale SCP travestito da gruppo teatrale introdusse ai cittadini SCP-278 come "La Princesse", una mostra di produzione teatrale. Avendo operatori umani ai controlli, SCP-278 sfilò per le vie della città sotto le apparenze di uno spettacolo.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License