Edivad
voto: 0+x

Elemento: SCP-050-IT

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento:

Descrizione: In data ██/██/20██ la squadra (mettere team dalla lore italiana) venne inviata ad investigare nel paese di ██████, in provincia di Bologna e ai piedi dell'Appennino Tosco-Emiliano, a seguito di una segnalazione alla polizia locale riguardo un attentato in corso. Le forze dell'ordine ignorarono la chiamata, reputandola uno scherzo telefonico. Segue trascrizione della registrazione:

Log chiamata alla Questura di Bologna ██/██/20██

Operatore: Polizia, qual'è l'emergenza?
Civile: Venite ad aiutarci! Mandate l'esercito!
Operatore: Si calmi, mi dica cosa sta succedendo.
Civile: Cristo, hanno i carri armati! Sparano a chiunque!
Operatore: Mi sta prendendo i giro? La avverto che rischia grosso.
Civile: No, le giuro che… Marco! Togliti da—
Operatore: Pronto? Pronto?!
Civile:

Fine chiamata

Giunti in prossimità del piccolo centro abitato il team di ricognizione, dopo aver stabilito un punto d'osservazione nascosto, rilevò danni ingenti alle abitazioni. Un rapido esame delle zone circostanti confermò inoltre la presenza di alcune pattuglie composte da 3 o 4 uomini in assetto bellico. La particolarità risiedeva nel fatto che l'equipaggiamento risalisse alla seconda guerra mondiale, e venne identificato come appartenente alla Germania nazista, sia per l'abbigliamento che per le armi in dotazione.

A questo punto gli osservatori richiesero il supporto di un satellite della Fondazione per una ricognizione più accurata del centro del paese. Giunto in posizione, il satellite inviò diverse foto che mostrarono un centro di comando in fase di allestimento nella piazza principale, oltre a uomini e mezzi in fase di perlustrazione nelle strade, della forza stimata di un plotone dell'esercito regolare.

Immediatamente elementi della (squadra militare lore ita) vennero inviati sul posto per creare un cordone attorno alla zona, mentre i ricercatori cercavano di stabilire l'esatta natura del fenomeno. Tuttavia, prima di riuscire ad ottenere ulteriori informazioni, le forze all'interno del paese si mobilitarono e si diressero, in formazione d'attacco, verso Sud, aprendo il fuoco sul personale stazionato all'esterno del centro abitato.

Seguì uno scontro della durata di circa 2 ore, al termine del quale le forze della Fondazione prevalsero senza troppe difficoltà, grazie al vantaggio nell'equipaggiamento e nel posizionamento. Si noti che ogni appartenente al sopracitato plotone, da qui in poi definito come SCP-050-IT, compresi mezzi e armamentario, si smaterealizzò nel giro di qualche secondo dalla sua dipartita o distruzione.

L’evento si verifica nel luogo [LUOGO] ogni [tra 6 mesi e 1 anno].
Scoperta: nell’anno [PRIMO ANNO] si sono persi i contatti con una piccola città italiana in provincia di [PROVINCIA]. La SCP investiga alcune strane voci e scopre un plotone che sembra uscito direttamente dalla Seconda guerra mondiale che li attacca. Il nemico viene respinto con alcune difficoltà e i corpi e l’equipaggiamento scompaiono. Viene mandata una squadra di ricerca. A distanza di molti mesi compaiono di nuovo, in una zona vicina non sorvegliata. Ogni tot tempo ritornano. Il plotone è stato riconosciuto come parte di una compagnia tedesca scomparsa negli ultimi anni della guerra. Secondo le ricostruzioni, dopo aver subito perdite enormi, i superstiti si sono dati alla fuga e l’unità si è smembrata completamente, scomparendo. In realtà si erano riuniti, prima di finire in uno strano loop temporale.
Il plotone è composto da X uomini e diversi mezzi corazzati e di supporto. Tutto appare reale e corporeo ed è in grado di interagire con il mondo reale fino al momento in cui non vengono sconfitti, a quel punto tutto scompare nel giro di qualche minuto.
Il plotone compare ogni volta da un punto non sotto osservazione. Se l’intera zona viene controllata (ad esempio via satellite) allora compaiono ancora più lontano, il che comporta ovvi problemi, dato che attaccano il primo bersaglio che incontrano. La fondazione ha deciso di stabilire una base e di non controllare intenzionalmente una delle vallate, in modo che il plotone compaia sempre lì e sia più prevedibile e più facile da contenere.
I soldati e i mezzi sono vulnerabili alle armi e possono essere uccisi, tuttavia ricompariranno al prossimo attacco. Sembrano perfettamente senzienti e in grado di ragionare, tuttavia rifiutano qualsiasi tentativo di comunicare e sembrano esclusivamente intenzionati a distruggere chiunque incontrino.
Opzionale - decidere se includere in qualche modo un riferimento alla comparsa/scoperta di un monumento di guerra che citi il plotone o una battaglia a cui apparentemente avrebbe partecipato e che però non risulta dagli archivi storici. Il monumento potrebbe essere il punto di "spawn" dei soldati (e in tal caso appare e scompare con loro), potrebbe semplicemente essere comparso la prima volta ma non avere nulla di strano, oppure potrebbe rappresentare l'obiettivo del loro attacco (per cui viene custodito dentro la base della fondazione, in modo che il plotone attacchi sempre loro e non altro).
BATTAGLIA - Le prime volte il plotone viene sconfitto senza troppi sforzi, dato che la SCP utilizza armi moderne ed è in grado di decifrare le comunicazioni criptate, essendo andata a cercare negli archivi i vecchi codici tedeschi, tuttavia dopo alcuni attacchi diventa evidente che i soldati siano in grado di ricordare gli attacchi precedenti, in quanto iniziano ad evitare le trappole e a trovare punti deboli nelle difese. Queste vengono rinforzate e per un po’ sembra bastare.
BATTAGLIA - Arriva il momento di ricostruire i bunker difensivi, che iniziano a mostrare danni evidenti. Nella battaglia immediatamente successiva il plotone si presenta con armi leggermente modificate (dalle registrazioni della battaglia sembrano semplici modifiche che potrebbero essere realizzate sul campo da soldati di quel periodo). Le loro armi si mostrano abnormemente efficaci contro le strutture moderne, che vengono pesantemente danneggiate.
BATTAGLIA – Come al solito la SCP intercetta le comunicazioni, tuttavia i tedeschi se ne sono accorti e lo sfruttano per passare false informazioni e tendere trappole. Per poco non riescono a forzare le difese. Viene istituita una nuova unità, con il compito di decifrare i nuovi codici tedeschi.
BATTAGLIA – I tedeschi sembrano aver modificato i loro carri armati con piastre di corazza aggiuntiva. Tutti i calcoli mostrano che queste dovrebbero dimostrarsi decisamente insufficienti per resistere ai proiettili moderni, tuttavia sembrano sorprendentemente efficaci.
BATTAGLIA – I soldati, che in origine parevano di normale abilità, sembrano essere diventati ormai veterani e sono in grado di sparare molto più accuratamente e di utilizzare strategie decisamente più efficaci.
BATTAGLIA – Fortunatamente il numero di soldati e di mezzi non sembra aumentare col tempo, tuttavia ne viene lentamente migliorata l’efficacia. Si rende necessario, fra un attacco e l’altro, modificare le difese della zona, in modo che il plotone non possa arrivare già preparato.
BATTAGLIA – Il plotone è ricomparso a breve distanza dalla battaglia precedente, cogliendo di sorpresa il personale della fondazione, che ha dovuto preparare frettolosamente una linea difensiva. Fortunatamente anche la forza attaccante era notevolmente inferiore al solito, come se per arrivare così presto anche loro non avessero avuto il tempo di riorganizzarsi.
BATTAGLIA - Una volta, per una o due battaglie di fila, un piccolo gruppo di soldati non è comparso assieme agli altri come al solito. Dopo qualche battaglia sono riapparsi e hanno ripreso come di consueto. Non è chiaro se in quel periodo avessero trovato il modo di aggirare le difese e fossero in giro o se per qualche motivo semplicemente non si siano manifestati.
In generale la situazione viene mantenuta sotto controllo, tuttavia non è chiaro fino a che punto il plotone sia in grado di migliorarsi, considerando che non sembrano in grado di produrre oggetti completamente nuovi, ma solo di modificare quelli già posseduti. Al momento sono ancora dotati di mezzi inferiori a quelli moderni, ma decisamente più avanzati di quando è iniziato tutto.
Secondo i calcoli degli esperti l’avanzamento delle loro modifiche non tende ad un progresso di per sé, ma solo a ribilanciare le possibilità di vittoria tra gli schieramenti (per questo si sconsiglia l’utilizzo di armi con grande capacità distruttiva, per evitare una escalation delle armi impiegate che rendano impossibile la copertura degli avvenimenti). Viene invece incoraggiata la vittoria tramite abilità tattica e di combattimento, che sembra far sì che il plotone non si presenti alla battaglia successiva con eccessive variazioni (un minimo ce n’è comunque).

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License