Dr SS
voto: 0+x

Elemento #: SCP-XXX-IT

Classe dell’Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: L'accesso ad SCP-XXX-IT deve essere interdetto a tutti i veicoli (acquatici o aerei) in ogni momento. Le persone scomparse all'interno di SCP-XXX-IT devono essere considerate decedute mentre a coloro che riescono ad uscire deve essere somministrata sistematicamente una dose di amnesiaci (da variare a seconda dell'esposizione).
Per impedire l'accesso ad SCP-XXX-IT la zona marittima è stata minata e su varie isole presenti in quel tratto di mare sono stati collocati dispositivi che disturbano tutti i segnali in entrata e uscita e tutte le frequenze. Per impedire il traffico aereo la zona è stata interdetta al volo per tutti.

Descrizione: SCP-XXX-IT è un tratto di mare compreso tra [redatto] e [redatto] fino alla punta coincidente con [redatto] questo luogo anticamente veniva anche chiamato "zona oscura" o “Triangolo delle Bermuda”; a partire dal 18██ in seguito alla direttiva XXX-IT-03 il dipartimento di Disinformazione ha provveduto a correggere le informazioni allora conosciute sul triangolo fra le quali quelle relative alla sua posizione che è stata spostata a sud di [redatto] ed a est di [redatto].
In questo luogo si è dimostrato che la barriera di separazione tra il nostro ed altri universi sia estremamente sottile. A causa di ciò molto spesso si originano fenomeni di transizione per cui porzioni del nostro mondo, all'interno di SCP-XXX-IT vengono trasferite in un altro universo (ad oggi ci è ignoto se tale passaggio avvenga sempre tra il nostro ed un altro universo o fra il nostro e vari altri, i ricercatori tuttavia propendono per la prima ipotesi).
In passato svariate imbarcazioni avventuratesi all'interno di SCP-XXX-IT sono scomparse in questo modo; delle ██ imbarcazioni di cui è documentata la sparizione solo di 2 sono stati ritrovati i relitti (i quali erano stati troncati di netto e dei quali mancava rispettivamente la prua e una parte della poppa).

Nel corso degli anni è successo che durante questo fenomeno che di solito si presenta come una forte tempesta elettromagnetica, causata dall'energia in eccesso che scaturisce dall'apertura di un varco tra i mondi, anche alcune imbarcazioni appartenenti all'altro mondo sono state trasportate nel nostro. Tali imbarcazioni erano profondamente più arcaiche rispetto a quelle utilizzate in quel periodo nella nostra epoca.
Si presume che la loro origine fosse una derivazione delle imbarcazioni romane, tuttavia non se ne ha traccia in nessun documento a riguardo e anche i materiali risultano diversi rispetto a quelli che le fonti ci tramandano fossero usati.
Per quanti riguarda il vuoto evoluzionale che sembra separare i mondi i ricercatori escludono che il varco si apra in momenti diversi della storia per le due parti ma è anzi più probabile che nell'altra linea temporale gli eventi storici abbiano portato ad un diverso andamento degli eventi.

A partire dal 19██ in seguito alla creazione di un dipartimento per gli affari interdimensionali si è a lungo e inutilmente cercato fra gli universi conosciuti uno che rispondesse alle caratteristiche di quello che probabilmente si trova dall'altra parte.

Nota: in data 28-06-2008 è stato inaugurato un avamposto di ricerca sull'isola di [redatto] (attualmente eliminata dalle carte ufficiali) che si trova al centro esatto del triangolo; tale avamposto è affiliato con il sito 42 al quale fa capo ed ha lo scopo di scoprire il più possibile su tale anomalia fino, in un possibile futuro, ad aprire un varco stabile con essa.


Addendum A: Recentemente all'interno di SCP-XXX-IT è stata documentata la presenza anche di imbarcazioni decisamente più moderne rispetto a quelle osservate in passato, di un livello tecnologico simile al nostro. A causa del breve lasso di tempo trascorso si esclude che le popolazioni dell'altro universo siano state in grado di sviluppare tecnologie cosi moderne. Si pensa piuttosto che l'altro universo sia stato in qualche modo invaso o occupato da uomini provenienti da un ulteriore universo in grado di spostarsi tra essi con un grado tecnologico superiore rispetto a quello dei suoi originari abitanti. Ulteriori ricerche in tale senso sono attualmente in corso.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License