Marco: mazza da golf finale
voto: 0+x

Elemento: SCP-XXX-ITA

Classe dell'oggetto: Safe

Procedure speciali di contenimento:L'oggetto dev'essere contenuto in un apposito armadietto con un lucchetto a combinazione numerica. La suddetta combinazione dovrà essere cambiata ogni due settimane e l'oggetto dovrà essere usato esclusivamente per test sperimentali. Altri tipi di usi sono vietati, pena la terminazione immediata.

Descrizione: L'elemento è una mazza da golf lunga 1.2m e pesante all'incirca 500g. Sia il bastone che la testa sono composti da un materiale sconosciuto virtualmente indistruttibile; esso è stato osservato resistere a temperature estreme superiori a 2000°C senza che la sua struttura molecolare fosse cambiata.

La sua principale caratteristica anomala però risiede nel momento in cui viene utilizzata per colpire un oggetto che non superi la grandezza di una normale pallina da golf ( per elementi più grandi si è comportata come un normale bastone) ; quando avviene ciò, la forza che il portatore imprime sarà aumentata di [REDATTO] volte, portando ad una brusca accelerazione dell'oggetto colpito e un enorme danno all'area intorno ad esso a causa dell'esplosione di energia conseguente. Non si è ancora compreso come SCP-XXX-ITA possa fare ciò, ma sembra che la sua proprietà di moltiplicare l'energia possa risiedere nello stesso materiale di cui è composto l'oggetto.

Per il momento è proibito il suo utilizzo e l'autorizzazione alla sua sperimentazione dovrà essere rilasciata da un membro di livello 4, per ovvi motivi di sicurezza per il sito di contenimento.

L'elemento è stato scoperto dal dottor [REDATTO] durante una sua partita a golf nello stabilimento di [REDATTO] : ad un certo punto sentì un forte boato proveniente da una buca distante circa 500m dalla sua posizione e,andando a investigare, ritrovò l'elemento intatto dentro un cratere irregolare di raggio circa [REDATTO] , con alcuni resti umani sparsi nella zona circostante, forse appartenenti al proprietario originale. Una squadra di contenimento arrivò subito nella scena e procedette a somministrare amnesiaci ai testimoni e sequestrare la zona interessata camuffando il tutto come un esplosione di un impianto di irrigazione.

Addendum: È stato osservato nel bastone un logo molto singolare che è stato fatto risalire al gruppo di interesse La Fabbrica. Ricerche inerenti a ciò sono tuttora in atto.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License