Sandbox di DrGraph

Nome: Emilio Vallifuoco/Sesto Sovrintendente

Nato il: 02/12/80 (40 anni), a [REDATTO], in provincia di Catania, Sicilia

Livello di autorizzazione: Livello 5-IT

Mansioni: Sovrintendente e Responsabile del Dipartimento Militare con il rango di Comandante in Capo.

Descrizione fisica: Uomo caucasico alto 2,05 m dalla carnagione olivastra e dal fisico molto muscoloso, capelli castano chiaro, occhi castano scuro. Presenta diverse cicatrici sul corpo, la più vistosa delle quali percorre longitudinalmente lo zigomo destro fin quasi all'orecchio.

Biografia: I dati relativi al reclutamento del Sesto Sovrintendente sono riservati agli altri Sovrintendenti e agli O5 su loro espressa richiesta, in accordo col protocollo di protezione delle informazioni del personale dirigente della Fondazione. Quanto riportato di seguito è stato validato dal Sesto Sovrintendente in prima persona. Non è di conseguenza possibile valutare se tutto quanto riportato sia effettivamente accaduto.

Emilio Vallifuoco entrò nell'Esercito Italiano nel 1998 come recluta della divisione motorizzata della provincia di Catania; nonostante egli fosse inizialmente indirizzato verso una carriera civile, si adattò facilmente alla vita militare e, al termine dei 10 mesi della leva obbligatoria, decise di rimanere nelle forze armate. Nel 2001, egli venne notato da un osservatore della Fondazione nella struttura che, dopo averlo intervistato, lo ritenne idoneo ad unirsi all'organizzazione.

Nel 2003, dopo due anni nelle SPeV del Sito Urano, egli richiese il trasferimento al Sito Vittoria e, dopo essersi distinto nel contenimento di SCP-███-IT, entrò a far parte della SSM-III, di cui divenne Tenente a capo della Squadra γ nel 2008; nel 2012, l'allora Comandante Rizzoli si ritirò dal servizio attivo e Vallifuoco venne promosso a leader della SSM-III.

Nel 2014, egli si oppose con estrema veemenza all'Operazione [REDATTO], ritenendola un gravissimo errore da evitare, ma fu costretto ad accettare il comando sul campo dell'intervento e coordinò il fronte principale dell'assalto, mentre [REDATTO]. Al termine dell'attacco, un terzo della SSM-III era deceduto o ferito in maniera debilitante, mentre circa la metà aveva riportato ferite moderate o lievi; a causa di tali perdite e del fallimento dell'operazione, il Sesto Sovrintendente ne ordinò l'espulsione dalla Fondazione, ma essa venne revocata durante le indagini condotte dal Concilio O5 sull'evento. Al termine delle stesse, [REDATTO] e Vallifuoco venne promosso a Sesto Sovrintendente.

Carriera:

2001 - Viene reclutato dalla Fondazione e assegnato alle SPeV del Sito Urano.

2003: - Su sua richiesta, viene trasferito nelle squadre di contenimento del Sito Vittoria.

2004: - In seguito al contenimento di SCP-███-IT, viene trasferito nella SSM-III.

2008: - Viene nominato Tenente della SSM-III.

2012: - In seguito al ritiro del suo predecessore, diviene Comandante della SSM-III.

2014: - Partecipa all'Operazione [REDATTO]. In seguito a [REDATTO], viene scelto come Sesto Sovrintendente e leader del Dipartimento Militare.

Personalità: Sesto è un uomo amante della quiete, dai modi pacati, amichevole e molto affabile. Egli considera la pazienza come la più grande virtù di un comandante e che lasciarsi trascinare dalle emozioni possa condurre unicamente al disastro, non solo personale ma anche per tutti coloro che fanno affidamento su di lui. Il Sovrintendente ha ammesso di aver vacillato più volte per questa pressione, tuttavia ritiene che solo affrontando questi momenti di debolezza egli sia potuto arrivare dove si trova.

In qualità di Comandante della SSM-III, egli era molto meno socievole e più distaccato, in quanto riteneva che legami personali con gli agenti potessero interferire con l'andamento delle sue missioni; tuttavia, in seguito all'Operazione [REDATTO], nella quale parte dei suoi sottoposti perse la vita o rimase mutilata in maniera tale da dover essere congedata, egli cambiò drasticamente atteggiamento. Per questa ragione, egli passa gran parte del suo tempo libero nelle aree comuni del Sito Vittoria a socializzare con i colleghi e ad offrire loro consigli o consulenza.

Caratteristiche e particolarità:

  • È in una relazione romantica con O4-5 della Branca Lusofona.
  • Non ha particolari inimicizie con gli attuali Sovrintendenti, ma va molto d'accordo con Primo, Secondo e Quarto; inoltre, considera Quinto come una sorta di fratello minore.
  • Odia profondamente il suo predecessore, responsabile dell'Operazione [REDATTO], e lo ritiene un arrogante illuso assetato di gloria.

Citazioni:

  • "La Para Bellum è come un elefante, lenta, poderosa, quasi letargica; ma ditemi, potete fermare un elefante in carica?"
  • "Mi perdoni se mi rivolgo a lei con questi toni, Sovrintendente, ma lei non è che un folle allucinato se pensa che questa assurdità possa servirci a qualcosa. La prego, ci ripensi e non ci trascini in questa pazzia suicida."
Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License