Dr_Ghor_Vapor
voto: 0+x
latest?cb=20150806060103
SCP-XXXX-A nel sito NL14
wear_resistance_portal_bg.png
SCP-XXXX-B nel sito NL15
wear_neutral_portal_bg.png
SCP-XXXX deattivato

Elemento N#: SCP-XXXX
Classe dell'oggetto: Euclid
Procedure speciali di contenimento: Nonostante SCP-XXXX-A e SCP-XXXX-B disattivati non abbiano mostrato una reattività reciproca anche a distanza ravvicinata, una volta attivati con colori differenti devono essere contenuti nei siti NL14 e NL15 a 1.5KM di distanza tra di loro onde evitare un teorizzato annichilimento della materia, direttamente proporzionale alla massa sommata degli SCP-XXXX causato dalla fusione delle due anomalie.
A tutto il personale di classe C con autorizzazione di livello 2 o inferiore è vietato l'accesso ai siti NL14 e NL15.
I siti NL14 e NL15 devono essere costantemente tenuti sotto controllo per verificare la tenuta stagna del materiale di cui sono composte le loro pareti: Ossidiana, unico materiale in grado di mitigare le radiazioni emesse dagli SCP-XXXX attivati.


Descizione: SCP-XXXX-A e SCP-XXXX-B sono stati trovati entrambi in una piramide maya nella città di Q'umarkaj e sembrano essere fenomeni di natura magnetica; le "Fiamme" si generavano da degli idoli dorati con il cranio allungato, al momento del ritrovo emettevano un bagliore bianco e misuravano 2 metri di altezza per 50cm di diametro alla base, i contatori geiger segnavano 0 indicando che le anomalie si comportano come delle spugne per radiazioni quando deattivate, insieme alle due anomalie è stata trovata anche una tavoletta di pietra nera con delle rune incise e un vetro oscurato al suo interno.
Sulle pareti della camera sono stati ritrovate delle pitture che illustrano come usare la tavola e contenere le radiazioni Yotta tramite l'ossidiana.
Una volta trasportati fuori dalla piramide le anomalie sono sparite, lasciando le statuette inermi, seguendo le istruzioni delle pitture sulle pareti si è cercato di osservare gli idoli attraverso il vetro della tavoletta e le "fiamme" sono riapparse.
Le anomalie sono diventate visibili a intermittenza irregolare senza la tavoletta durante il viaggio, a volte cambiando colore in blu o verde e nel cambiare colore anche le loro dimensioni sono aumentate. L'osservazione delle anomalie attivate tramite la tavola ha mostrato che lentamente attorno alle anomalie si generano dei globi violacei attorno ad esse, l'equipaggio ha iniziato a sperimentare un malessere generale in concomitanza con l'apparizione dei globi.
Durante un trasporto terrestre il trasporto contenente SCP-XXXX-A ha avuto un malfunzionamento e si è dovuto fermare mentre l'anomalia era verde, il secondo trasporto invece ha proseguito, 450 metri dopo SCP-XXXX-B ha cambiato colore ed è diventato blu e alcuni secondi dopo ha iniziato a crescere molto velocemente, iniziato a vorticare ed è diventato rosso, i contatori geiger hanno registrato un picco di radiazioni e i globi violacei sono diventati visibili a occhio nudo, ma dopo qualche centinaia di metri SCP-XXXX-B ha cessato ogni attività anomala e i contatori geiger sono tornati a segnare un livello di radiazioni normale.


Addendum 1:Le anomalie denominate SCP-XXXX sembrano essere influenzate da delle zone di energia differenti presenti nel campo magnetico della terra, queste zone oltretutto sembrano essere in movimento dato che le anomalie hanno cambiato stato più volte senza essere spostate: le zone con energia positiva risultano in un'anomalia verde, quelle negative in un'anomalia blu, quelle neutre in una bianca e le zone senza energia rendono l'anomalia invisibile a occhio nudo.
Più le zone sono cariche più aumenta il raggio d'azione della reazione, la distanza di 1,5KM è stata stimata in base a una condizione di estrema energia nella zona di SCP-XXXX-A che ha raggiunto un picco altissimo di energia a causa di una tempesta solare, in tal caso e solo quello le due anomalie hanno reagito.

Addendum 2:L'anomalia di tipo verde sembra essere il doppio più grande di quella bianca o blu, misurando 4 metri di altezza per 1 metro di diametro alla base.
L'anomalia instabile di tipo rosso invece è alta inizialmente circa 15 metri con un diametro di 2 metri alla base, purtroppo non si hanno immagini di questo tipo di anomalia, le telecamere subiscono un disturbo troppo forte per permettere la ripresa di SCP-XXXX instabili.

Addendum 3Il contatto diretto con l'energia degli SCP-XXXX non ha provocato conseguenze, nemmeno con quella rossa, mentre la vicinanza con i globi violacei ha provocato una sensazione di malessere generale, nausea e vomito.

Addendum 4:Secondo recenti studi su SCP-XXXX le anomalie bianche non emettono radiazioni, ma anzi le assorbono e le accumulano; le anomalie verdi e blu emettono la radiazione di Hawking generando particelle e antiparticelle, trattenendo però le prime impedendone il naturale annichilimento, ciò comporta che le antiparticelle rimangano sospese all'esterno dell'anomalia e creino i globi.
Le anomalie rosse invece si comportano come i due poli di una calamita, i loro pinnacoli s'incurvano per congiungersi, e al momento dell'unione sprigionano un tipo di radiazione sconosciuto denominato radiazione Yotta che accresce entrambe le anomalie e genera i globi visibili, questa radiazione è costituita da particelle non identificate e non sembra ionizzante.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License